Roma Sceglie Roma: “con un tic riaccendi la città”. Idee per il futuro della Capitale

Ispettore Civico Territoriale App Roma Capitale

Share This Post

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Potrebbe nascere la figura dell’Ispettore Civico Territoriale

“Un servizio di almeno 300 volontari, 20 per Municipio, sparsi su tutto il territorio cittadino e che in tempo reale comunicano, attraverso un app collegata con una centrale operativa, ogni eventuale disservizio, dai rifiuti ai trasporti, dall’illuminazione, al parcheggio abusivo, alle buche e perfino a episodi di microcriminalità”: è la proposta del presidente del Movimento civico Roma Sceglie Roma, Raimondo Grassi.

“Lo abbiamo chiamato – continua Grassi – ispettore civico territoriale (Progetto Tic) nominato direttamente dal Sindaco a titolo gratuito. Delle vere e proprie sentinelle cittadine che monitorano il territorio dove abitano e vivono, dando immediata informazione agli organi centrali del Campidoglio. Una rete che possa migliorare il sentiment della città e contemporaneamente porre rimedio a tutta una serie problematiche urgenti come rimuovere dei rifiuti ingombranti o tappare una buca pericolosa”.

LA PROPOSTA SPIEGATA DALL’ARCHITETTO RAIMONDO GRASSI SU YOUTUBE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato

Altri Articoli